giovedì 31 luglio 2014

Segnalazione: Opere di Aurora Ballarin

Titolo: La Leggendaria Guerriera: Rinascita di una dea 
(primo volume della trilogia)
Autore: Aurora Ballarin
Editore: Self-publishing
Prezzo ebook: 1,49 € (in occasione del lancio del secondo volume, sarà in offerta a 0,99 € fino al 10 agosto)
Prezzo cartaceo: 22,50 € 
Pagine: 476 

Sinossi:
Venezia 1896. 
Ainwen Carnelio, giovane rampolla di una delle famiglie più in vista della città, non ha mai capito la ragione del suo strano aspetto. 
Cresciuta da un ammiraglio, che l'ha addestrata all'arte della spada fin da bambina e da una madre insolitamente attenta a farle apprendere la magia, la giovane passa le sue giornate divisa tra due realtà: quella diurna, la vita apparentemente normale di una ragazza della sua età; e quella notturna tra duelli, visioni di cui non conosce il significato e incubi che infestano le sue notti. 
Tutto evolve all'improvviso il giorno in cui conosce il nuovo istitutore, Barahir. Un uomo enigmatico, di una bellezza unica e fin troppo interessato a lei. 
Con il suo arrivo le visioni aumentano, facendosi via via più terrificanti. 
Ogni volta che i loro sguardi si incrociano è come se lei vivesse l'esistenza di un'altra persona. 
La mente viene travolta da ricordi non suoi e perfino la vita arriva quasi a non appartenerle più, confondendosi con quella di un'altra donna di cui a malapena conosce il nome. 
Fino a quando, spossata nell'animo e nelle carni decide di voler sbrogliare la matassa dei misteri di tutta una vita. 
Solo un nome dalla sua parte. Un unico fievole indizio a ricollegare ogni sua visione: Urwen. 
Il nome della dea degli elfi. 
Il nome della donna che, cinquecento anni prima salvò il mondo dall'apocalisse... 
Questa ricerca la porterà a riscoprire il suo passato e un destino dannato, da cui non potrà scappare. Una guerra spietata l’attende alle porte del suo domani. 
Una battaglia insensata e crudele da cui dipenderà non solo la sua salvezza ma anche il destino di chi ama e del mondo che Urwen, prima di lei, era stata chiamata a proteggere. 
Vecchi legami la richiameranno all’esistenza che ancora in fasce aveva gettato alle spalle e dalle stesse ceneri del dolore che comporterà la conoscenza del futuro che l’attende, dovrà ricostruire non solo un mondo, evitandone la fine, ma anche e soprattutto la sua stessa vita… 


Titolo: La Leggendaria Guerriera: I guardiani dell'adhandel 
(secondo volume della trilogia)
Autore: Aurora Ballarin
Editore: Self-publishing
Prezzo ebook: 1,49 €
Prezzo cartaceo: al momento ho affidato a Youcanprint la stampa e presto sarà disponibile il formato cartaceo (quindi non ho ancora il codice Isbn)
Pagine: 375

Sinossi:
Anno 1898. 
La missione di Ainwen è ormai chiara: Morwen e Firion devono morire! 
Ma così come è chiaro questo, altrettanto lampante e tangibile è il fatto che la sua malattia stia evolvendo fin troppo rapidamente. 
Il tempo stringe e i nemici, ben lungi dal restare fermi ad attendere le mosse sue e dei guardiani, attaccano l'adhandel colpendola nel modo più subdolo e vile in cui si possa colpire una persona. 
Il loro obbiettivo è quello di distruggere la reincarnazione della dea e ricostruire il mondo a loro immagine. 
Un mondo di lacrime e sangue... 
Solo Ainwen può evitare questo infausto futuro; ma il prezzo delle sue scelte sarà alto...molto più alto di quanto lei si possa aspettare... 

Link booktrailer e intervista alla finale del concorso letterario "Casa Sanremo Writers 2014" 
https://www.youtube.com/watch?v=H6R2nR_hziU 
https://www.youtube.com/watch?v=53psPmJZtWo


Aurora Ballarin è nata a Venezia il 7 aprile del 1988. 
È la prima di tre fratelli.
Dopo aver studiato biologia, si è dedicata a tempo pieno alla sua grande passione: la scrittura.
Quando non scrive, ama leggere e ascoltare musica, perlopiù straniera.
Questo libro, nato proprio tra i banchi di scuola, è il suo romanzo d'esordio.
Un fantasy ambientato in parte in una misteriosa Venezia di fine 1800 che coniuga magia e realtà, guerra e amore.
Sullo sfondo di una città appena uscita dai fasti dei tempi in cui era nota come la Serenissima, si dipaneranno le gesta di uomini ed eroi, di demoni e salvatori, il tutto in un periodo di crisi, anticipo di due guerre che in un secolo hanno segnato la nostra realtà. 

Blog dedicato alla saga:  http://occhiodelladeadeglielfi.blogspot.it/ 
Pagina facebook:  https://www.facebook.com/occhiodelladeadeglielfi?ref=hl&ref_type=bookmark
Profilo Twitter: https://twitter.com/Ainwen88
Profilo Facebook: https://www.facebook.com/aurora.ballarin.1
Profilo Google+: https://plus.google.com/u/0/102912498572582886786/posts


Estratto da "Rinascita di una dea":

"Fu in quel momento, nell'attimo in cui si eclissò l'ennesima vita che non era riuscita a salvare, che gli occhi si posarono a terra.
Laggiù, alla distanza di pochi passi da dove si trovava, appena fuori dalla barriera, vi era a terra qualcosa che aveva ammaliato il suo sguardo.
S'alzò in piedi e, contravvenendo agli ordini del fratello, uscì dalla foresta.
Non avvertì il gelo dello strato magico che le attraversava il corpo e mentre s'avvicinava ad esso, l'oggetto posato al suolo prese contorni sempre più definiti.
Si chinò a terra e raccolse un fucile, rimirandone per qualche istante il calcio ricurvo e la doppia canna lunga su cui erano intarsiati degli inserti dorati.
Quasi non si rese conto di aver portato l'arma sotto braccio, vicino al volto, ma il grilletto che sfiorava le sue dita sembrava chiederle di essere premuto.
Sei colpi in canna. Sei morti.
I rombi dei proiettili infrangevano l'aria e colpivano i bersagli che cadevano a terra come foglie in autunno.
Quando finirono le cartucce, scagliò l'arma a terra con rabbia e fu allora che l'odio, l'ira e il potere esplosero.
Quella forza che credeva di aver soppresso, ma che seppur in forma diversa si stava ripresentando, la soverchiò. E si manifestò, priva di controllo.
Elros comparve nella sua mano senza nemmeno che la richiamasse e stringendola la principessa si lanciò in battaglia.
Il suo corpo scattò in avanti, evitando la pioggia di piombo che le correva incontro, mentre la spada falciava le vite degli invasori, una dopo l'altra.
Uomo o giovane, donna o vecchio; in quel momento erano tutti uguali ai suoi occhi. E tutti sacrificabili."


Estratti da "I guardiani dell'adhandel":

"Aranel invitò l'amica a seguirla, fermandosi poi al centro di quel deserto spiazzo in cui erano appena entrate:-Un'ultima volta...- mormorò.
Si voltò, sguainando la spada dal fodero che le pendeva al fianco e ne rivolse la lama contro la fanciulla. Gli occhi erano colmi di lacrime:
-Facciamolo un'ultima volta, Ainwen-
La principessa guardò l'arma della donna che quasi le sfiorava il petto e sorrise. Senza dire nulla evocò Elros spostando poi lo sguardo sul volto dell'avversaria che, a stento, si stava trattenendo dal piangere:-Per l'ultima volta...- disse alzando la lama della sua spada affinché incrociasse quella della custode."


Novità #18

Titolo: L’Estate Segreta di Babe Hardy
Autore: Fabio Lastrucci
Editore: Dunwich
Genere: Horror/Black Comedy
Pagine: 254
Prezzo: 3,99 € (ebook) 9,90 € (cartaceo)
Data di Uscita: 29 luglio ebook, Seconda settimana di settembre cartaceo

Sinossi:
La favolosa Hollywood degli anni ’30 si tinge di horror per un contagio ripugnante che si propaga grazie alla promiscuità dell’ambiente cinematografico. Le vittime mostrano un crescente bisogno di sangue, insieme a disturbi della personalità e bizzarri effetti collaterali.
Potrebbe mai trattarsi di vampirismo?
Lo sperimenteranno loro malgrado Oliver Hardy e Stan Laurel, trascinati in un incubo che coinvolge illustri colleghi – la “fidanzata d’America” Mary Pickford, l’atletico Douglas Fairbanks Sr. e Bela Lugosi – in una doppia vita da tenere nascosta alla legge, ai giornali e soprattutto al sinistro dottor Rainer Von Herb.
Tra pedinamenti notturni, profanazioni di tombe, sparizioni e ricatti sventati, le disavventure di Laurel e Hardy attireranno le indagini di un cocciuto tenente di polizia. Il duo incrocerà occultisti dispeptici e truffaldini, criminali di mezza tacca, cacciatori di vampiri e il terribile patriarca Arthur Jefferson, venuto dall’Inghilterra per restituire Stan Laurel al teatro.
L’azione si mescola all’umorismo nero in una black comedy che omaggia i miti del cinema attraverso una narrazione rapida e vivida.
Come la finzione del grande schermo, tutto si rivelerà molto diverso da ciò che appare. La spiegazione di ogni cosa giungerà in un convulso faccia a faccia con l’unico uomo a Los Angeles che conosce la vera natura del clan dei “notturni”.


Dalla prefazione di Alexia Bianchini

Cosa sarebbe accaduto se questi due personaggi così amati si fossero trasformati in vampiri?
Già, avete sentito bene. È qui che Lastrucci mi ha ammaliata, dando vita a un’ucronia fantasy dal profumo antico, rievocando grandi icone del passato. E non certo pescando dalle moderne storie di succhiasangue, ma carpendo dai più classici dell’horror. E quale fu il primo film sul signore incontrastato della notte? Chi interpretò il primo Dracula su pellicola?
Una domanda semplice per gli appassionati del genere horror. Per molti di noi Bela Lugosi è stato il primo grande interprete di film di paura. Il suo sguardo magnetico ha terrorizzato migliaia di fan. Sarà lui l’artefice dell’infezione che ha colpito Hollywood in questo romanzo?

Un breve estratto

«Okay, chi glielo spiega, adesso?»
«Io passo», fece Oliver, deciso. «Qualcosa mi dice che sarebbe poco entusiasta della notizia.»
«Babe, tocca a te e lo sai. Tra noi due sei stato il primo a diventare un vamp…»
«Ti proibisco di usare quella parola, Sant’Iddio! Non siamo certo dei personaggi da incubo e nemmeno dei mostri sanguinari, e nemmeno…»
«Okay, okay, ho capito, non siamo questo, non siamo quello…» Stan si lasciò andare a una risata maliziosa e triste. «Eccoci a fluttuare nel limbo dei “nonpiri”. Eh, ti piace questa definizione, Babe? Dillo a Fin che siamo tutti nonpiri.»
Con un grugnito, Hardy girò le spalle per tagliare corto la questione. «Piantala di dire sciocchezze e aspettami qua.»
La sua sagoma imponente scivolò nella stanza da letto, lasciando da solo Laurel ad accendersi una malinconica Pall Mall.
Nell’arco di due o tre boccate, l’attore sentì un parlottare esitante che assunse presto degli accenti nervosi. Infine, dopo l’esplosione di un sonoro «che cosa?» fece seguito un tonfo e un grido baritonale.
Stan sospirò, sollevando lo sguardo al cielo con rassegnazione. Schiacciò il mozzicone sul pavimento.

mercoledì 30 luglio 2014

WWW Wednesday #3


Rubrica ideata dal blog Should be reading.

Ho saltato qualche puntata della rubrica a causa del poco tempo per leggere. Eccomi con la terza, ultima del mese di Luglio.

What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)



What are your currently reading? (Cosa stai leggendo?)


What do you think you'll read next? (Cosa pensi che leggerai in seguito?)

Non ne ho idea. Ho tantissimi libri, ma l'Era della Discendenza è abbastanza lungo così come l'altro che sto leggendo ma che non rivelo perché non è stato ancora pubblicato.

Prossime uscite #19




Titolo: Omnia Vincit Amor #1 - La figlia di Roma
Autore: Lucia Cantoni
Editore: Genesis Publishing
Collana: Romance

Genere: Storico
Pagine: 450
Prezzo:  3, 90 
Data di uscita: 30 Agosto 2014

Sinossi:
Roma, 32 a.C. Charis Giunia Minore è l’ultimogenita tra i figli di Gaio Giunio Viridio. Il suo destino, come quello di ogni rispettabile matrona romana, sembra già deciso. Tiberio Cassio Crispo è un giovane soldato della Repubblica, intrigante e senza scrupoli, determinato ad utilizzare qualsiasi mezzo per ottenere ciò che vuole. Le loro famiglie si odiano, eppure uno scottante segreto celato tra gli anfratti del tempo le spingerà a stringere un patto solenne. Alla vigilia dello scontro che vedrà protagonisti Cesare Ottaviano e Marco Antonio per il dominio dell’Impero, il cuore di Charis si troverà inevitabilmente diviso tra amore e razionalità; tra passione e ragionevolezza. La giovane si vedrà costretta ad affrontare un percorso che da fanciulla fragile e ingenua la porterà a trasformarsi in eroina forte e coraggiosa. Cosa sarà disposta a rischiare per la propria felicità? Primo romanzo di una trilogia che vi condurrà tra i segreti di una Repubblica sul viale del tramonto, tra intrighi, misteri e passioni brucianti…


martedì 29 luglio 2014

Novità #17

Titolo: Arriverà un bambino di luce
Autore: Manuel Pomaro
Editore: eGo di David and Matthaus
Genere: Fantascienza
Pagine: 154
Prezzo: 16,90 €

Sinossi:
Anno 2010. Daniel è un uomo che viene perseguitato dai suoi incubi: a qualsiasi ora del giorno vede un bambino che, in preda alla disperazione, lo insegue perché ha bisogno di aiuto. Quel bambino è suo fratello Timothy, scomparso all’età di 5 anni. Daniel, dopo essersi fatto coraggio, si imbarca su una nave che lo condurrà all’interno del Triangolo delle Bermuda. Qui ritrova suo fratello Timothy che è diventato un Faccendiere, ovvero una persona al servizio dei Triangolarizzati, esseri alieni che traggono energia dal Triangolo e che aspettano il momento opportuno per conquistare la Terra. Nel frattempo, Jacob Morris, un giovane ricercatore, scopre che un potente virus sta uccidendo le donne della Terra. Questo virus è un primo attacco da parte degli alieni per sottomettere gli umani…

- Lucy, io sono qui perché nel mio tempo è successo qualcosa di molto grave, non so dirti cosa è stato a scatenarla, ma non riusciamo a far si che la Terra torni com’era in questo tempo. Il Sole sta per spegnersi e c’è in atto una glaciazione globale. Abbiamo provato in vari modi a salvare la nostra specie, ma non ci siamo riusciti. Dicono che il bambino di luce sia già venuto sulla Terra, ma che ora non possa più aiutarci. Dobbiamo rimettere in moto il Sole ad ogni costo. Gli scienziati hanno trovato un’unica soluzione: far sì che nasca una bambina…-
Si avvicinò ancora di più a Lucy e la guardò bene negli occhi: - Hanno studiato vari DNA e hanno scoperto che se nascerà una bambina dal mio potere e dal tuo, in altre parole dai nostri geni, forse c’è una possibilità che lei abbia le potenzialità per salvare il mondo… non so in che modo possa farlo, ma dobbiamo almeno tentare!-


Manuel Pomaro, classe 1980, è nato in un piccolo comune della provincia di Padova, dove tutt’ora vive e lavora. Titolare di un’azienda tessile, passa il suo tempo libero tra il cinema, i libri e la scrittura. Ama in particolar modo il filone fantascientifico americano, da cui trae ispirazione per la sua prima opera, Ieri Irreale, pubblicato con Arduino Sacco Editore. Successivamente abbandona per un po’ quel genere narrativo e si ispira al romanzo rosa per la sua seconda opera, Il sentiero che conduce a casa, edito da Rei Editore. Nell’ultima sua opera, intitolata Arriverà un bambino di luce e pubblicata con egoEdizioni di David and Matthaus, racconta una storia di alieni, mescolando fatti di fantasia a episodi che gli ufologi ritengono veritieri, spaziando fra passato, presente e futuro.

lunedì 28 luglio 2014

C'era una volta... #6


Regole:
- Prendete un libro o un ebook da voi posseduto
- Riportatene le prime 15-20 righe
- Indicate autore e titolo del libro scelto
- Scrivete un vostro parere in merito

Buongiorno cari lettori, come state? Avete iniziato le vacanze?
Io sono ancora qui, nella mia città, al mio pc a lavorare... Ma il tempo non promette niente di buono quindi non mi lamento!
Ma ora andiamo a scoprire il libro della settimana!


 ******
La psichiatra
Wulf Dorn 

Certe leggende parlano di luoghi che attirano il male, luoghi che sono stati teatro di tante tragedie, come se fossero affamati di terribili disgrazie.
I ruderi della vecchia fattoria Sallinger erano uno di quei luoghi, Herman Talbach ne era assolutamente convinto. Tutti in paese la pensavano come lui. C' era persino chi sosteneva che avvicinarsi troppo a quelle rovine rendeva pazzi. Proprio come era capitato a Sallinger, che in una notte di maggio aveva appiccato il fuoco alla sua fattoria ed era morto tra le fiamme insieme alla moglie e ai due bambini.
Nonostante questo, ora Talbach correva per raggiungere la fattoria il più in fretta possibile. Mentre arrancava lungo il sentiero nel bosco insieme al suo collega Paul, pregava di non arrivare troppo tardi. Questa volta dipendeva da loro evitare il peggio.

                                                                           ******

Sono sicura che avete già letto questo libro!  Io l'ho comprato in edizione economica dopo averne sentito parlare. Vi ho riportato parte del prologo, e devo dire che mi incuriosisce molto! 

domenica 27 luglio 2014

Nuove storie da assaporare Luglio #1


Prima della fine del mese ho diversi libri da presentarvi, e ho deciso di iniziare con questi tre: due mi sono stati gentilmente inviati dagli autori, uno invece sono riuscita a vincerlo in un giveaway! Cosa ne pensate? Ci rivediamo la prossima settimana con gli altri libri :)



“Il Canto delle Montagne – L'ombra della congiura” è il primo libro di una corposa e potente saga fantasy, animata da un'essenza epica.

Ci si troverà nel mondo immaginario di Merìdia, in un'era lontana al di fuori del tempo, in parte illuminata dal fascino inesauribile e concreto di “un medioevo” mai esistito e in parte incantata dalla meraviglia calamitante del fantasy, con tutte le sue più amate e celeberrime caratteristiche. Boschi ridenti e montagne imperiose, fortezze di pietra e città inespugnabili su alture rocciose, caverne profonde e radiose colline, Nani e Fate, Elfi e Orchi, cavalieri splendenti e spietati assassini, intrighi e inganni sotto l'ombra incombente di una spaventosa congiura che tacitamente inizia a svelarsi.

Il racconto inizia a narrare di Nòrys, un Nano eremita dall'oscuro passato, che deve intraprendere il suo ultimo viaggio commerciale verso la capitale degli Uomini, portando con sé il suo prezioso carico di gemme. La Fata Sìgrin, al contrario grande amante della compagnia, va con lui nella speranza di conquistarsi la sua amicizia, senza immaginarsi cosa sarebbe successo di lì a poco. Il sogno di un re con il presagio di una profezia dimenticata ridestano ombre arcaiche e maledette, mentre conoscenze perdute riaffiorano dal passato. Prima che tutto precipiti nel caos un viaggio avrà inizio.

Presentazione qui


Scozia. Promesse di successo, di lavoro e di risposte, aiuto per una fuga: così uno sconosciuto convince un'aspirante cantante, un marinaio, una studentessa e un rampollo ricoverato in una clinica psichiatrica, a seguirlo su un'isola che è ovunque e in nessun luogo: OgniDove.
Là Aisha, Dean, Aurora e Duncan scopriranno il vero motivo per il quale sono stati condotti con l'inganno ai margini del mondo: la storia è incompleta. I dieci Reggenti dell'antica Atlas, all'apice della grandezza, si sono dati battaglia fino all'annientamento ma il loro potere sugli elementi non è andato perduto. Non sarà facile accettare di essere Eredi di un così gravoso fardello: tra dubbi e insicurezze, aiutati dagli abitanti di OgniDove, discendenti dei superstiti di Atlas, i ragazzi cominceranno l'addestramento per risvegliare le loro facoltà.
Ma gli elementi sono cinque: dove si trova l'Erede dell'Etere? E quali sono i piani degli Altri Eredi? Inizierà così una lotta contro il tempo alla ricerca dell'Etere.

Presentazione qui

Aurora ha tutto ciò che desidera, è di animo puro e semplice, la vita le sorride. L’amore è alle porte, ha una famiglia serena e sicura alle spalle. Tutto crolla sotto i suoi piedi, eventi tragici la surclassano e lei soccombe, impossibilitata a reagire, il destino spietato l’attende. Ma il tormento non ha fine, perché il cambiamento radicale a cui non può sottrarsi, non è ancora avvenuto.
Chi la sta osservando e perché? Cos’è l’Ordine, di cui ha sentito bisbigliare alle sue spalle?
Sta succedendo qualcosa al suo corpo, o sono effetti collaterali delle gocce vermiglio dell’Ampolla Scarlatta che il medico le ha prescritto?
Un lupo bianco, creature della notte e segreti di famiglia mai svelati.
Ce la farà ad affrontare l’arduo percorso che l’aspetta?


















venerdì 25 luglio 2014

Giveaway!!!

Sono davvero felice di aver raggiunto i 100 lettori fissi e ringrazio di cuore chi mi segue! Considerando che il blog è nato senza alcuna aspettativa, mi ritengo abbastanza soddisfatta del lavoro svolto sino ad oggi. Sono sempre aperta a consigli e critiche costruttive, non esitate a contattarmi! Per ringraziare tutti ho deciso di fare un giveaway della durata di 10 giorni. Ringrazio ovviamente tutti gli autori che lo hanno reso possibile offrendosi di mettere in palio le proprie opere. 

Le regole sono semplici:
  • Diventare lettori fissi del blog
  • Scegliere il libro che più vi incuriosisce e scriverlo nei commenti
  • Piacizzare la pagina del blog su Facebook e quello del libro o dell'autore scelto.
  • Rispondere alla domanda che troverete prima della sinossi del libro (sono curiosa di conoscere le vostre risposte)
  • Scrivere nel commento la vostra email e il nome con cui siete diventati lettori e avete messo i mi piace.
Il Giveaway terminerà il 5 agosto.

Per ogni libro verrà estratto un vincitore. Mi piacerebbe poi pubblicare un piccolo commento dei vincitori per il libro ricevuto.

Nessun obbligo di condivisione, ma vi sarei grata dell'aiuto a far conoscere l'evento.

Per cosa vale la pena sacrificare la propria vita?

Nacha, giornalista alle prime armi presso una delle testate di spicco di Città del Messico, probabilmente avrebbe dovuto seguire il suo istinto e tirarsi indietro, quando la sua amica Esther le propone d’indagare sulla “Maledizione delle Doppelgänger” per lanciare le loro carriere... o forse no. Tra intrighi, violenze e tradimenti, Nacha entra in contatto con alcuni dei più oscuri segreti di tre fra le famiglie più importanti della città. Prova paura, rabbia, angoscia, ma riscopre anche se stessa e le sue origini; conosce l'amore vero, l'unico in grado di toglierle il respiro. Lei è la terza dopplegänger e, come Aimee ed Emma, presto si troverà faccia a faccia con la morte e dovrà scegliere tra due opzioni: arrendersi o combattere. Sceglierà la lotta. Poiché, sebbene il suo carnefice le sussurrerà che la menzogna si paga col sangue, lei capirà che l'unica cosa per la quale vale la pena sacrificarsi è solo la verità.


Immaginate di trovarmi in un momento in cui la vostra vita subisce una svolta radicale. Come reagireste? 

Edda nasce nella seconda metà del Novecento in una famiglia di umili origini e in un quartiere popolare alla periferia di Cagliari. Una madre distratta da tanti figli e dall’alcool, un padre troppo assente per motivi di lavoro, la lasciano crescere ostinata e fragile, in mezzo alle molteplici stravaganze dei suoi fratelli. Il sogno è l’unica dimensione in cui può vivere. Edda, infatti, vorrebbe godersi la libertà fuori dalle quattro mura domestiche, dalla sua città e da se stessa. Alcuni viaggi verso l’emancipazione, a volte obbligati, la portano per lunghi periodi a vivere in Continente. A Palermo fa la giostraia ed è ospite di una famiglia di zingari. A Roma è acrobata in un circo. Mentre la vita incombe, si definiscono in lei i segni di una debolezza emotiva profonda, aggravata dai molti ostacoli che incontra, dagli amori infelici e dai fallimenti che subisce. Conosce Onofrio, l’uomo che diventerà suo marito, e grazie a lui sembra pacificarsi con la parte tormentata della sua anima. Che cosa accade però quando il viaggio non può più essere un rifugio? Quando la stabilità sfugge ed è minata da rapporti umani tormentati, dall’improvvisa malattia di un padre adorato e dalla tragica morte del fratello più caro? L’incapacità di vivere di Edda si trasforma. Diventa malinconia, poi ansia e infine depressione, una malattia che non le lascia scampo e annebbia il resto. Come una pianta di cappero è un romanzo che esplora le fragilità umane e la paura di vivere per proporre una riflessione sull’amore, sulla ricerca della felicità e sui suoi lati oscuri.


Avete un “mostro” da cui difendervi?

VoraceMente è l’amaro specchio in cui si riflette la fame smodata, inglobante, che porta a consumare cibi voracemente. Con uno stile chiaro e facilmente comprensibile, l’autrice guida il lettore alla scoperta di due volti dei disturbi della condotta alimentare: l’anoressia e la bulimia. In ogni fiaba, come nella vita, c’è un mostro da affrontare, un male da sconfiggere a ogni costo. Proprio questi racconti, in grado di impreziosire la terza area, possono rappresentare l’aiutante pronto a offrire mezzi magici all’eroe per eliminare il temuto nemico definitivamente. Muovendosi dalla preliminare definizione di fiaba, dalla convinzione della possibile funzione terapeutica della stessa e dall’importanza sociale del cibo, l’autrice delinea i contesti familiari dell’anoressica e della bulimica, soffermandosi sull’analisi psicoanalitica dello stratagemma dell’ossicino e degli elementi costitutivi di Hänsel e Gretel. L’attenzione viene successivamente spostata sul peso del corpo e sull’adolescenziale (e non solo) difficoltà nell’accettare il cambiamento dello stesso; ci addentriamo nella simbologia grazie a uno studio delle metamorfosi del celebre burattino Pinocchio. A impreziosire la trattazione, estratti kafkiani, rappresentazioni, secondo l’autrice, del fantasmatico letterario del digiuno e della metamorfosi. (cartaceo)


Nel romanzo vediamo un mondo diviso in due: degradazione e tecnologia, quindi progresso. Secondo voi la tecnologia può davvero migliorare la vita e la società? 


Schiavitù e segregazione, ricchezza e tecnologia: l'estremizzazione di ogni cosa è l'unico scenario possibile per un futuro che non può essere salvato. Una corporazione tecnologica ha in mano le chiavi di un progetto rivoluzionario, che cambierà le sorti del mondo. Ma con il progresso giunge sempre la brama di potere. Firewalker è un'avventura, sviluppata su due romanzi, ambientata in un futuro prossimo e nel quale le vicende principali hanno luogo in una Londra di un anno imprecisato. Firewalker è la proposta di un'avventura sci-fi, che riprende elementi caratteristici di autori del genere degli anni passati per collegarli, spingerli ed integrarli in prospettiva di fantascienza giovane. (cartaceo)


Pensate che la morte possa perdonare ogni colpa?

Inès e Gustav sono una coppia come tante altre, con i loro pregi e i loro difetti.

Dopo una breve separazione, decidono di recuperare il tempo perduto e prendersi una breve vacanza tra le tranquille campagne di Castelchiasso, dove sono in atto i festeggiamenti della “Fine del Mondo Nuovo”.
Inès vuole la vacanza perfetta per distendere i nervi del suo Gustav e prenota “La Suite degli Innamorati” presso lo Zeitgeist Hotel, così da prendere parte alla festa a tema anni ‘40 del quinto piano.
Tutti i buoni propositi sembrano crollare già dopo poche ore e tra le mura della suite riemergono vecchi rancori che culmineranno con l’arrivo inaspettato di Boris, che li trascinerà nella sua spirale di violenza e follia.
Quando la morte irromperà nella loro quotidianità, l’hotel svelerà la sua vera natura e, in qualche modo, si rivelerà una soluzione per risolvere i vecchi dissapori una volta per tutte.


Vi è mai capitato di sentirvi come Vincent, estrai, diversi, nella vostra città?

Hospitia è una grande città stato dell'Agglomerato del Nord. Milioni di tonnellate di cemento delimitano le celle di una società ridotta al più immorale operaiato, in cui ogni persona rischia di diventare nient'altro che un ingranaggio sacrificabile e sostituibile. Schiavi del lavoro e di una vita che appartiene alle bizze altalenanti dei bilanci finanziari, i cittadini si ritrovano (non consapevoli) alle soglie di un evento storico epocale di taratura globale, che decreterà la salvezza, o il tramonto, dei più basilari diritti civili e costituzionali. Quegli stessi diritti che sanciscono la differenza tra uomini e prodotti da allevamento. 
Ma Hospitia è anche la casa di Vincent. Vincent non ha un passato: il giorno prima aveva dieci anni in meno; quello dopo, il tempo era trascorso e mezzo mondo lo separava da casa. 
Ora è tornato e la vecchia città è talmente vasta da farlo sentire un estraneo. Ha con sé poche cose e ancor meno certezze. 

Ma è l'unico ad aver capito cosa sta per accadere.


Cosa significa, secondo voi, essere padri? 

Quando un uomo può essere definito padre?
Forse nel momento esatto in cui la sua creatura nasce? O quando decide di crescerla? Oppure quando le rimane accanto anche nelle difficoltà? Un uomo che fugge di fronte al figlio è pur sempre un padre?
Alcuni uomini decidono di lottare per prendersi cura dei loro bambini, passano intere giornate aspettando che la loro piccola si decida a trascorrere il pomeriggio con loro e a chiamarli "papà", altri lottano in tribunale per mantenere la custodia di un figlio, ma qualcuno scappa di fronte alle responsabilità. 


Tre padri. Tre figli. Tre storie dolorose nelle quali Andrea, educatore, viene chiamato ad intervenire per dipanare la complicata matassa di relazioni generazionali e di coppia. Un educatore e il suo impegno nell'affrontare le imperfezioni di alcuni padri che lo riconducono, inevitabilmente, a rileggere la sua storia di figlio e di padre.
A volte i padri lottano, altre volte scappano, ma in ogni caso lasciano un segno indelebile nelle vite dei loro figli. (cartaceo)


Chiara è una persona che nonostante le avversità, riesce a rialzarsi e fronteggiare la vita a testa alta. Secondo voi qual è il “segreto” per non arrendersi mai?

Chiara è una ragazza che ha perso i suoi genitori in un incidente stradale e che da allora è sola: non ha parenti, non ha amici. Grazie ad un colpo di fortuna decide di cambiare vita: lascia l'Italia e si trasferisce in Grecia. Qui incontra i suoi nuovi vicini di casa: una famiglia molto benestante che nasconde un segreto che la riguarda. 
Chiara si troverà immersa in una realtà che non credeva potesse esistere: una nuova consapevolezza si impadronirà di lei che si troverà a dover decidere se sacrificare se stessa o il mondo così come lo conosciamo. 
Alter Ego è il primo capitolo de “La saga di Reba” 

Cosa faresti se il destino decidesse di toglierti tutto? Come reagiresti sapendo che tutto è dipeso da te? Io sono Reba e questa è la mia storia. Sei pronto a conoscere la verità? 


Il destino del regno dipende da te. Cosa saresti disposto a fare per salvarlo?

Ishtar è ancora una fanciulla quando viene rapita da una spedizione di guerrieri ittiti. È lei - conosciuta da tutti come la camminatrice dei sogni per i suoi poteri straordinari - che la Profezia indica come la sola capace di sconfiggere la peste che da mesi semina morte tra la popolazione della Terra di Hatti, uno dei regni più potenti dell’antichità. Da qui, ha inizio un viaggio affascinate continuamente sospeso tra storia e mito che cambierà per sempre il destino di Ishtar e trascinerà il lettore in un’avventura entusiasmante tra intrighi di palazzo, lotte eroiche e battaglie epocali.

martedì 22 luglio 2014

Novità #16

Titolo: Un Assaggio di Dunwich
Autori: Uberto Ceretoli, Carlo Vicenzi, Fabio Lastrucci, Pietro Gandolfi
Editore: Dunwich
Pagine: 131
Genere: Steampunk, Horror
Prezzo: Gratis fino al 23 luglio, poi € 0,89

L'antologia contiene quattro racconti completi:
- Codename: Spring Heeled Jack di Uberto Ceretoli (prequel del romanzo Codex Gilgamesh)
- Cicatrice di Carlo Vicenzi (prequel del romanzo Ultima – La Città delle Contrade)
- Matrioska di Fabio Lastrucci
- L'arte della Sottrazione di Pietro Gandolfi

All'interno troverete anche gli incipit di "Codex Gilgamesh", "Ultima - La città delle contrade", "L'Estate Segreta di Babe Hardy", 

Titolo: Il Ciclo di Cthulhu – Vol.1
Autore: Robert E. Howard
Genere: Horror
Editore: Dunwich
Pagine: 71
Prezzo: € 0,99

Sinossi:
Robert Ervin Howard, scrittore americano e maestro della letteratura di genere, fu il precursore  dell’heroic fantasy e del romanzo d’avventura, soprattutto per le opere su Conan il Barbaro che lo resero celebre. L’autore diede vita anche al cosiddetto “Ciclo di Cthulhu” con dei racconti ispirati al lavoro di H.P. Lovecraft, con il quale intraprese un lungo carteggio. In questa antologia ne riproponiamo tre:

- La Pietra Nera
- Il Fuoco di Assurbanipal
- La cosa sul Tetto

«Se fossi facoltoso non farei altro che andarmene in giro per il mondo a curiosare nelle città in rovina... e probabilmente finirei per farmi mordere da un serpente».


Novità #15


Titolo: Fiducia cieca
Titolo originale: Blind Faith
Autore: N. R. Walker
Traduttrice: Pandora
Cover art: Laura Di Berardino
Collana: World / Rainbow
Genere: M/M
Rating: per adulti
Lunghezza: 178 pagine
Prezzo: 4,49 €
Formato: pdf, epub, mobi

Sinossi:
Carter Reece, veterinario, inizia un nuovo lavoro in una nuova città e risponde alla chiamata a domicilio di un cliente molto speciale.
Arrogante, lunatico e assolutamente splendido, Isaac Brannigan è cieco da quando ha otto anni. Dopo la morte di Rosie, suo cane guida e sua migliore amica, non riesce a collaborare con il suo nuovo cane, Brady.

Carter cercherà quindi di aiutare l’uomo e l’animale nella fase iniziale del loro rapporto. Ma la domanda è: chi conduce chi?

lunedì 21 luglio 2014

C'era una volta... #5


Regole:
- Prendete un libro o un ebook da voi posseduto
- Riportatene le prime 15-20 righe
- Indicate autore e titolo del libro scelto
- Scrivete un vostro parere in merito


Buon lunedì lettori! Vedo con piacere che in questi giorni c'è stato un boom di commenti, ne sono felice :) Inoltre sono arrivata a 104 follower!! Ringrazio tutti quelli che mi seguono e annuncio che sto preparando una sorpresa per festeggiare :)

******
Follia
Patrick McGrath

Le storie d'amore catastrofiche contraddistinte da ossessione sessuale sono un mio interesse professionale ormai da molti anni. Si tratta di relazioni la cui durata e la cui intensità differiscono sensibilmente, ma che tendono ad attraversare fasi molto simili: riconoscimento, identificazione, organizzazione, struttura,complicazione, e così via. La storia di Stella Raphael è una delle più tristi che io conosca. Stella era una donna profondamente frustrata, che subì le prevedibili conseguenze di una lunga negazione e crollò di fronte a una tentazione improvvisa e soverchiante. Come se non bastasse, era una romantica. Traspose la sua esperienza con Edgar Stark sul piano del melodramma, facendone la storia di due amanti maledetti che sfidano il disprezzo del mondo in nome di una grande passione. È stata una vicenda il cui corso ha distrutto quattro vite, eppure Stella, ammesso che abbia mai provato qualche rimorso, è rimasta fedele alle sue illusioni fino alla fine. io ho cercato di aiutarla, ma lei mi ha tenuto lontano dalla verità finché non è stato troppo tardi. Non aveva scelta.

 ******
Questo libro lo lessi la prima volta nel 2010; ricordo che, arrivata ormai alla fine, mia madre decise di togliermelo perché non adatto alla mia età. Ci rimasi malissimo!!! Nel 2012 finalmente lo lessi tutto. Bello, triste, spiazzante. L'incipit spiega esattamente il tema centrale del romanzo, ma non rende l'idea della forza delle sensazioni e dei sentimenti di Stella. Da leggere.

domenica 20 luglio 2014

Segnalazione: Gli Eredi di Atlas di Veronika Santiago

Titolo: Gli Eredi di Atlas
Autore: Veronika Santiago
Saga: La Guerra degli Elementi
Genere: Fantasy, Urban Fantasy
Editore: Self-publishing
Pagine: 354
Data di pubblicazione: Luglio 2014
Prezzo: 16,90 € (cartaceo) - 1,99 € (ebook presto disponibile)

Sinossi:
Scozia. Promesse di successo, di lavoro e di risposte, aiuto per una fuga: così uno sconosciuto convince un'aspirante cantante, un marinaio, una studentessa e un rampollo ricoverato in una clinica psichiatrica, a seguirlo su un'isola che è ovunque e in nessun luogo: OgniDove.
Là Aisha, Dean, Aurora e Duncan scopriranno il vero motivo per il quale sono stati condotti con l'inganno ai margini del mondo: la storia è incompleta. I dieci Reggenti dell'antica Atlas, all'apice della grandezza, si sono dati battaglia fino all'annientamento ma il loro potere sugli elementi non è andato perduto. Non sarà facile accettare di essere Eredi di un così gravoso fardello: tra dubbi e insicurezze, aiutati dagli abitanti di OgniDove, discendenti dei superstiti di Atlas, i ragazzi cominceranno l'addestramento per risvegliare le loro facoltà.
Ma gli elementi sono cinque: dove si trova l'Erede dell'Etere? E quali sono i piani degli Altri Eredi? Inizierà così una lotta contro il tempo alla ricerca dell'Etere.


E se scoprissi che la storia del mondo 
non è quella che ti hanno raccontato?

E se quel passato non fosse relegato tra le pieghe del tempo 
e si insinuasse nel presente, minacciandolo? 

E se di quella antica realtà tu scoprissi di farne parte,
a cosa saresti disposto a rinunciare per diventare
chi sei destinato a essere?


«All’improvviso Aurora vide una luce sprigionarsi intorno a Duncan: era circondato dalle fiamme, il dominio e il tormento. Un combattente che veniva da molto lontano, che aveva attraversato i secoli e si trovava costretto in una cella troppo piccola; un guerriero senza più battaglie da combattere; un condottiero senza più esercito. Riuscì a sentire ciò che lui provava e la potenza delle sue emozioni la atterrì.
«Tutto bene?» le chiese Duncan vedendola smarrita, con gli occhi azzurro ghiaccio sgranati come se avesse appena visto un fantasma.
«Penso… penso di sì» rispose con un fil di voce. «Ora devo andare però, si è fatto tardi» continuò Aurora, con voce incerta, scappando via barcollando come fosse ubriaca.
Duncan rimase ancora un po’ a guardare il cielo, in compagnia della solitudine, la sua amante fedele. Ciò di cui avrebbe fatto volentieri a meno, invece, era quel tormento che non lo abbandonava mai. Sapeva che la chiave di tutto si celava negli incubi che lo perseguitavano, ma non sarebbe riuscito a venirne a capo chiuso in quel luogo infame. Del resto ormai era solo questione di tempo».


Nata e cresciuta nella città del Sommo Poeta, ivi laureata con il massimo dei voti, attualmente lavora nel campo della creatività per un’azienda di fama internazionale. Ha iniziato a scrivere all’età di tre anni e da allora non ha più smesso…

Questo è ciò che avrei voluto dirvi di me ma l’unica informazione che risponde a verità è il mio luogo natio, dove vivo e lavoro. In realtà, grazie ai consigli non richiesti di una zelante professoressa delle scuole medie, sono finita al liceo scientifico che ho concluso con sufficienze striminzite in matematica e ottimi voti nelle materie umanistiche. Poco tempo dopo il diploma sono stata assunta nell’azienda dove tutt’ora lavoro occupandomi di contabilità, e per quanto possa sembrare un impiego che non necessita di creatività, vi assicuro che a volte per scovare le differenze ci vuole tanta fantasia…
Ma questo è solo ciò che faccio, una copertura, un mantello di quotidianità e apparenza sotto il quale nascondermi. La domanda più difficile a cui rispondere è: chi sono?

Come il fuoco m’infiammo facilmente lasciandomi cenere alle spalle e a pochi è concesso avvicinarsi senza rimanere scottati.
Come la terra agogno la primavera e come dura roccia sono testarda ma non temo di sbagliare, tornare sui miei passi e riprovare.
Come l’aria la mia mente vaga tra nuvole e tramonti e spesso la vita di tutti i giorni mi sta stretta seppure a volte la trovi rassicurante.
Come l’acqua incessantemente scorro attraverso la vita, aggirando gli ostacoli, passando sopra agli impedimenti, fuggendo il rischio di fermarmi e stagnare.
Come l’etere volgo lo sguardo su un mondo di infinite potenzialità, di promesse da mantenere, di sentieri non ancora battuti e spesso sento di non essere niente e qualche volta di esistere in tutto.

E ora sono qui per raccontarvi la storia del nostro pianeta, una storia che in pochi conoscono perché svoltasi prima dell’avvento del genere umano, quando la Terra era abitata da creature che governavano gli elementi. E voglio svelarvi la verità perché la ruota è ormai giunta alla fine del suo giro e chiunque di voi potrebbe essere l’Erede designato di quel glorioso passato.


sabato 19 luglio 2014

Segnalazione: Fino alla fine della rete di R.V.Beta


Titolo: Fino alla fine della rete
Autore: R.V.Beta
Editore: Self-publishing
Pagine: 255
Prezzo: 2,68 €

Sinossi:
Yuuki è una ragazza scappata di casa per vivere sulla propria pelle un’irrefrenabile curiosità per la vita e la tecnologia.
La sua ultima impresa di pirateria informatica l’ha riportata bruscamente dal mondo virtuale a quello reale, e ora è un obiettivo.
Daisuke è dotato di una fervida immaginazione, con la quale sconfigge le noiose giornate da impiegato di una multinazionale.
Qualcosa di speciale unisce Yuuki e Daisuke nella fuga che affronteranno insieme, o almeno così è come la vede lui.
L’inizio di una nuova vita per entrambi è una seconda occasione, la possibilità di lasciarsi tutto alle spalle, se troveranno la forza per sfidare gli incubi che li circondano.
Il debutto di R.V. Beta è il diario di viaggio di un gruppo di personaggi che dovranno presto imparare a non darsi mai per vinti, perché la realtà non è mai una sola...
Esistenze per nulla ordinarie e nessuno di cui potersi fidare fino in fondo: un invito a cambiare prospettiva.

Aprì un sito di ricette di cucina tailandese, apparentemente innocuo, e si soffermò, come sempre, a fissare gli ideogrammi, affascinata dalla loro bellezza. Nella pagina principale campeggiava la foto di un piatto di som tum. In un campo dove gli utenti immettevano il proprio indirizzo di posta elettronica per ricevere gli aggiornamenti mensili, digitò una lunga
stringa alfanumerica ed eseguì l’accesso al lato nascosto del sito. 


L'AUTRICE
Passo gran parte del mio tempo aspettando che si installino gli aggiornamenti della PS3.
Ho a casa un Oculus Rift ancora imballato, mentre i pupazzetti di vinile sono riuscita a tirarli fuori dalle loro scatole.
Non sopporto quando si fulmina la lampada del semaforo e non so se posso attraversare.
Ho scoperto che il sushi non ingrassa, consiglio il tonno che ha più gusto del salmone.
Non capisco che gusto ci sia a mangiare la pannocchia fritta.
Le rare volte che vado alle giostre e c’è lo stupido carrellino che porta nel tunnel dell’orrore, tengo gli occhi chiusi.
Vorrei iniziare a fumare, ma non ne ho il coraggio.
Mi immagino di entrare un giorno in un negozio di elettrodomestici e tutte le televisioni mi salutano facendo il mio nome.
Non mi dispiacerebbe lavorare al riciclaggio della carta, rubando dal calderone frammenti di fogli per farmi un collage da attaccare al muro, tipo soggetto pericoloso.
Mi ispira Minecraft, ma temo di perdermi dentro. Secoli fa facevo da balia a un Tamagotchi non mio, e non so perché tendevo a trattarlo male: ho ancora i sensi di colpa.
Internet è invasa dai gatti, ma anche gli unicorni cercano attenzione a tutti costi.
Non so cosa si nasconde sotto la sabbia della spiaggia.

Sangue secco e altra plastica consumata al link: http://www.rv-beta.com

venerdì 18 luglio 2014

Segnalazione: Opere di Alessandra Pesaresi


Titolo: Chernobyl Scoppio alla Centrale
Autore: Alessandra Pesaresi
Editore: Self-publishing
Genere: Avventura/ Storico
Formato: epub
Pagine: 44
Prezzo: 5,99 €

Sinossi:
Carlotta, orfana dei genitori a causa di malattie provocate dalle radiazioni di Chernobyl, viene accolta da due zie che vorrebbero far riaffiorare il sorriso sul bel visetto della ragazza, visibilmente annoiata e triste. 
Solo grazie alla visita di un gruppo di cugini e alle avventure vissute con loro, non solo la ragazza si sentirà meglio, ma tutti insieme riusciranno a... 
A chi è destinato:
Questo volume tocca ogni età, ma è particolarmente indicato per ragazzini dai 7 ai 15 anni.

La sua difficile storia aveva avuto inizio a Chernobyl, in Ucraina, il 26 aprile 1986. Proprio all'inizio di quel giorno, mestamente famoso, la madre di Carlotta, che era incinta e aspettava proprio lei, verso la mezzanotte si alzò come sempre a bere la sua camomilla, visto che il marito dottore le aveva consigliato di farlo, così da rilassarsi.
Poi tornò a dormire ma non riuscì a prendere sonno, ed era ancora sveglia quando il reattore numero quattro della centrale nucleare di Chernobyl esplose.

Titolo: Tutto in un’estate
Autore: Alessandra Pesaresi
Editore: Self-publishing
Genere: Romantico/ Avventura
Formato: epub 
Pagine: 73
Prezzo: 5,99 €

Sinossi:
Il periodo estivo è il più corto dell’anno ma, si sa, che è anche il più bello. Le protagoniste sono giovanissime ragazze che, premiate dal buon rendimento scolastico, vanno a trascorrere qualche giorno nella villa palladiana degli eccentrici nonni.
Questi, una coppia frizzante, fuori dagli schemi e dalle buffe manie, sono i legittimi proprietari nonché genitori adottivi di un gatto molto espressivo, quasi parlante, Alberto. 
La storia è incentrata su Serena, una delle nipoti, che con Alberto, scopertosi possessore d’insperate doti di piedipiatti, vivrà una strampalata storia di rapporti umani su cui la cinica e briosa ragazza riuscirà a far luce.
Il finale è lieto, ma non privo di sorprese.
Non c’è limite all’avventura!

Tutto questo interesse verso il ciò che eravamo e ciò che siamo teneva viva la mente di Rodolfo che, ogni sera, prima di coricarsi, si poneva quella domanda, la più complessa per l’uomo. Sul comodino aveva pile di libri dei suoi scrittori preferiti, fra cui il premio Nobel per la medicina nel 1986, la biologa Rita Levi Montalcini, il sociologo Giuseppe De Rita e Giancarlo Rizzo che aveva ispirato Rodolfo nella realizzazione di giocattoli sia per le nipoti sia per sé.


Alessandra Pesaresi è nata ad Ancona. Si è diplomata presso l'Istituto statale d'arte di Ancona conseguendo il titolo di “Maestra d’Arte”. L’amore per i colori e i rapporti umani l’hanno portata a ottenere la maturità magistrale professionale di assistente per le comunità infantili. Poi, si è laureata in Conservazione dei beni culturali. Quando gli impegni lo consentono, si trasferisce nella casa di campagna, dove coltiva le sue passioni: la lettura, la pittura e la scrittura. Sono della stessa autrice: Il Racconto di Elena; Uno sguardo oltre il proprio naso; Tutto in un’estate; Chernobyl Scoppio alla Centrale.